Tutti gli articoli di Daniela Geraci

Nata all'ombra del Gran Sasso (L'Aquila) il 27/10/1985, dal 2008 il richiamo del mare mi ha portato a Pesaro dove ho terminato il mio percorso di studi ottenendo la laurea specialista in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni presso la facoltà di Sociologia dell’Università degli Studi “Carlo Bo” di Urbino. Tutto ciò che riguarda Web Marketing, Social Media e Turismo mi interessa e mi incuriosisce. Il resto del tempo lo divido tra sport, libri, cinema e serie Tv.

Vuoi partecipare a #DIGITALPESARO – Idee per una città intelligente?

DIGITALPESARO – Idee per una città intelligente è il titolo che abbiamo scelto per l’evento del 21 settembre alle ore 21 che faremo presso la sede di ID106 – Innovation District 106 a Pesaro per coinvolgere professionisti del settore digitale, web master, programmatori, sviluppatori e chiunque abbia delle competenze tecniche, nella realizzazione dell’Agenda Digitale per il Comune di Pesaro.

Nel portale web ufficiale dell’Europa troverete questa definizione per Agenda Digitale:

L’agenda digitale presentata dalla Commissione europea è una delle sette iniziative faro della strategia Europa 2020, che fissa obiettivi per la crescita nell’Unione europea (UE) da raggiungere entro il 2020. Questa agenda digitale propone di sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) per favorire l’innovazione, la crescita economica e il progresso. (http://eur- lex.europa.eu/)

Nella nostra interpretazione l’Agenda Digitale è un documento pubblico che contiene la strategia, gli obiettivi e gli strumenti per la digitalizzazione dei servizi del Comune di Pesaro, e ha lo scopo di migliorare la partecipazione e la soddisfazione dei cittadini nelle attività della vita quotidiana.

In occasione del #DIGITALPESARO condivideremo le nostre competenze ed esperienze per metterle al sevizio di un progetto comune che, da ormai 4 mesi, ci vede impegnati come AgendaGeek nella redazione delle linee guida del documento.

Partecipando a #DIGITALPESARO – Idee per una città intelligente avrete la possibilità di contribuire a migliorare un servizio per la comunità pesarese insieme a noi di AgendaGeek e ad altre realtà del territorio come agli amici di Officine Creative Marchigiane, l’incubatore di start up BpCube, Walter Vannini, il fondatore del Coderdojo e con Marco Perugini, giovane consigliere del Comune di Pesaro e ideatore del progetto.

Con questo evento vogliamo allargare il tavolo di lavoro e accogliere tutti i cittadini che hanno familiarità con il mondo digitale, invitandovi a collaborare insieme per proporre idee e soluzioni pratiche a perseguire gli obiettivi individuati dell’Agenda Digitale! Grazie alle vostre idee potete aiutarci a comprendere meglio le esigenze e gli strumenti più adatti a soddisfarle.

State tranquilli, non partiremo da zero. La premessa del progetto resta quella della co-progettazione, così durante questi mesi abbiamo lavorato tutti insieme per stilare 5 macro obiettivi che saranno le linee guida dell’Agenda Digitale di Pesaro applicabili ad ogni area di intervento.

Il 21 settembre partiremo da queste premesse e l’Agenda Digitale avrà lo scopo di:

 Informare: trasmettere notizie e informare in maniera rapida, efficace e imparziale attraverso i canali tradizionali e digitali.

 Semplificare: rendere accessibili i contenuti grazie a metodi semplici ed efficaci, agevolandone rapidità e fluidità, senza che essi siano modificati nel significato.

 Promuovere: valorizzare servizi e prodotti divulgandoli per uno scopo preciso (aggregazione, sponsor, conoscenza) attraverso una rete capillare fatta di sinergie e collaborazioni.

 Formare: dare gli strumenti e le conoscenze necessarie agli utenti per renderli consapevoli grazie ad un iter di acculturamento. Il fine è rendere i cittadini e le PA in grado di acquisire le abilità necessarie per svolgere determinate azioni.

 Includere: rendere gli utenti parte attiva del processo di trasmissione di informazioni, con procedure tecnico/linguistiche, dal basso verso l’alto e viceversa, tenendo ben presente le esigenze dei differenti pubblici.

Vi piace l’idea? Partecipate e spargete la voce anche agli amici “smanettoni”!

Per noi di AgendaGeek è una bella soddisfazione constatare ad oggi che l’Agenda Digitale sta prendendo forma anche grazie al nostro piccolo contributo! In più durante questi mesi di riunioni, scambi di idee e piacevoli chiacchierate abbiamo conosciuto persone in gamba e imparato molto grazie al tavolo di lavoro. Potrebbe essere un’occasione unica anche per voi per migliorare i servizi della vostra città e la vita dei cittadini che la abitano.

Per partecipare a #DIGITALPESARO – Idee per una città intelligente o per avere maggiori informazioni sull’evento, potete scrivere una mail a valentina@agendageek.it

Vi aspettiamo!

A.A.A. Padre cercasi, il video virale riuscito a metà?

È stato il video della settimana ripreso praticamente da tutte le testate internazionali per farci conoscere la storia di Natalie Amyot, la turista francese alla ricerca del bellissimo ragazzo australiano (saranno tutti così a Mooloolaba?), padre del suo futuro bambino frutto di una notte di passione.

Facendola breve il video ha fatto il giro del mondo, ricevendo numerosi commenti di ogni genere tra incoraggiamenti, critiche e dubbi che fosse tutto una storia inventata con le diverse prove a sostegno di questa tesi. Qualora non aveste ancora trovato la risposta ve lo confermiamo anche noi, Natalie in realtà si chiama Alizee Michel ed è la protagonista di un fake creato per promuovere la località in cui la sua “avventura” ha avuto luogo.

Ora il successo del primo video che trovate qui sopra è innegabile raggiungendo milioni di visualizzazioni. Possibili obbiettivi raggiunti: far vedere uno scorcio di un paesaggio da sogno alle spalle della ragazza, nominare all’interno del video Mooloolaba e la Sunny Coast, far passare il messaggio, attraverso la storia, che li ci si diverte (anche troppo a volte!).

Un successone? Forse, personalmente ammetto di avere qualche dubbio… sarà che dopo aver sentito la storia e aver cercato il video (ribadiamo il voto 10 a livello di viralità) il riferimento alla località e al suo nome non l’ho proprio notato…

Neanche il tempo di finire di vedere il primo video ed ecco la svolta: I Found Him, l’ho trovato…da Youtube ci arriva la conferma che era tutto organizzato da Andy Sellar, esperto nel campo del virale, autore di questa campagna per promuovere Holiday Mooloolaba (no il link al sito non lo metto, se davvero questa campagna vi ha incuriosito dovrete fare uno sforzo in più per trovarlo!)

Ed è dopo aver visto questo video che i miei dubbi sono aumentati: questa spiegazione così razionale e pubblicitaria, forse arrivata anche per fermare l’escalation di commenti verso l’attrice, di sicuro non mi ha fatto venir voglia di scoprire qualcosa in più su Mooloolaba, un nome che non credo ricorderò così bene…

Quello che mi è rimasto dopo tutto l’interesse suscitato dal primo video (tra l’altro idea non così originale a quanto sembra) è la sensazione di un’occasione persa, quel che continuo a pensare è non sarebbe stato meglio continuare con un altro video ben fabbricato che svelasse si l’intento pubblicitario, andando dietro la falsa storia e mostrandoci i motivi reali, paesaggistici e/o d’intrattenimento, per cui vale la pena visitare il sito Holiday Mooloolaba prima e organizzare il viaggio poi?

Magari la mia è solo una sensazione, magari i video hanno superato le aspettative e hanno portato milioni di visite al sito però io continuo a chiedermelo, questo video virale è riuscito solo a metà? A voi la risposta!

Bookcity 2015, la festa del libro torna a Milano

A Milano dal 22 al 25 ottobre torna BookCity, la manifestazione dedicata al libro e alla lettura che lo scorso anno ha totalizzato 130 mila visitatori. La manifestazione, promossa dall’Assessorato alla cultura del comune di Milano e dal Comitato promotore BookCity, ospiterà quest’anno più di 800 eventi, distribuiti per le strade di Milano, dedicati al mondo dei libri. Duecento, inoltre, saranno gli spazi allestiti distribuiti per la città tra teatri, biblioteche, musei, librerie e il Castello Sforzesco che fungerà da centro nevralgico della manifestazione.

Logo_BookCity
image-26241
Sul sito ufficiale di BookCity è possibile scaricare il programma completo che comprende incontri di vario tipo quali presentazioni di libri, reading, mostre, spettacoli, seminari e la Maratown, l’evento forse più originale di tutta la manifestazione. Si tratta di una camminata di 42 chilometri attraverso i quartieri di Milano; la Maratown avrà inizio a mezzanotte di venerdì 23 ottobre e terminerà alla mezzanotte di sabato e sarà composta da 12 tappe che racconteranno una Milano tutta da leggere a piedi. Si aggiungeranno ai maratoneti anche nomi noti della letteratura come Paolo Cognetti e Gianni Biondillo – il quale, per l’occasione, presenterà il suo ultimo romanzo “L’incanto delle sirene“.

Come ogni anno saranno presenti anche importanti scrittori internazioni tra cui Isabelle Allende, che parteciperà alla serata inauguranele e Amitav Ghosh, autore della Trilogia della Ibis, che sarà ospite al Teatro Franco Parenti domenica 25; ma anche altri nomi noti della letteratura come Herta Müller – vincitrice del Nobel della Letteratura nel 2009 – Luis Sepulveda, Björn Larsson e Anthony Capella.

Continua, inoltre, il progetto con le scuole e le università di Milano, per incrementare l’interesse verso il mondo della lettura e quindi della letteratura neiu giovani e nei giovanissimi. Grazie alla collaborazione di tutti gli atenei della città e al coinvolgimento di molti tra docenti e studenti, avranno luogo lezioni aperte al pubblico, dibattiti e convegni sui temi legati al mondo dell’editoria e della cultura. Per gli amanti della lettura BookCity è un appuntamento da non perdere, anche solo per allenarsi in vista della nuova edizione di Più Libri, Più Liberi che, come ogni anno, si terrà a Roma al Palazzo dei Congressi dal 4 all’8 dicembre.